Disinfezione con acqua ozonizzata di frutta e verdura

Dalla diffusione del nuovo Coronavirus, abbiamo dovuto far fronte ad innumerevoli disagi di ordine pratico ed emotivo.

Il timore del contagio per noi e i nostri cari ci ha portato ad imparare nuove regole e a cambiare routine di igiene personale e di igienizzazione e pulizia della casa.

Tra queste nuove abitudini uno tra i primi rimedi cui molti cittadini si sono affidati è stato quello di igienizzare casa, gli ambienti, le superfici con la candeggina, o di pulire oggetti con alcol portando molti a guardarsi intorno e a cercare delle soluzioni più efficaci e più ecologiche.

Tra queste una in particolare sta riscontrando un grande interesse ed è il metodo di sanificazione all’Ozono.

Questo gas ha la capacità di eliminare in maniera quasi totale germi, batteri, virus, muffe, funghi e altri microorganismi patogeni.
Essendo un elemento in forma gassosa, raggiunge ogni angolo della casa e si posa facilmente sugli oggetti e sulle superfici, senza quindi dover spostare nulla.

Inoltre, si riconverte naturalmente in ossigeno, in tempi che dipendono dalla potenza di erogazione dell’Ozono, ma che non superano una ventina di minuti.

Oggi abbiamo a disposizione sul mercato diversi apparecchi di erogazione all’Ozono, ma forse non tutti sanno che alcuni di essi sono dotati di appositi tubicini e appositi sistemi che possono essere collegati ai rubinetti di casa, per regalarci acqua perfettamente pulita e sanificata che possiamo adoperare per lavare indumenti o utilizzare per pulire superfici, senza usare additivi chimici.

I benefici dell’acqua ozonizzata

L’Ozono è un gas naturale composto da tre molecole di ossigeno (O3) e nasce dalla reazione tra l’Ossigeno (O2) e una forte tensione elettrica.
L’acqua ozonizzata è dunque normale acqua di rete nella quale ogni molecola di ossigeno è stata arricchita e “rinforzata” di un ulteriore atomo di Ossigeno.

Grazie alle sue proprietà decontaminanti, antivirali e ossigenanti, l’acqua arricchita con l’ozono viene utilizzata con successo per gli impieghi più vari, dalla sanificazione di oggetti e superfici alla disinfezione dei cibi, dal trattamento topico di malattie e infezioni sia nell’uomo che negli animali.

Ha infatti un largo utilizzo anche in campo veterinario, e ciò è molto interessante soprattutto in questo periodo in cui i proprietari degli amici a 4 zampe portano fuori a passeggio i loro cani.

L’Ozono, infatti, è efficace nella cura e disinfezione di ferite, ma anche di altri disturbi come l’otite esterna e le ulcere da compressione.

Le terapie a base di acqua ozonizzata sono sempre più diffuse in ambito clinico veterinario.

Ricapitoliamo quindi cosa possiamo fare con l’acqua ozonizzata:

  • sanificare ambienti e superfici
  • igienizzare oggetti, mobili, tessuti
  • decontaminare o prevenire la contaminazione del cibo
  • curare a livello topico ferite e patologie animali
  • curare a livello topico patologie dermatologiche nell’uomo

Il tutto senza utilizzare agenti chimici o disinfettanti nocivi.

Ricordiamo che l’acqua ozonizzata è potabile e da molti studi risulta avere notevoli benefici sulla salute.